Anno 1991,  opere generate con un programma automa realizzato dall'autore. 

Pagine virtuali sono il risultato esperienziale ed autonomo del programma AUTOMAT 91, pagine realizzate in linguaggio basic compilato, salvate su disco e prodotte da parametri casuali di un algoritmo, voluto dal pittore che scegliendo tra 24 sfondi e 320 pennini diversi, le produce all'infinito. 1 «pennini» agiscono sulla superficie sovrapponendo punti, rette, schemi colorati secondo illimitate variabili.  Note prolungate e mutuanti aggiungono suggestioni sonore. (Aprile 1991 Nicolò D'Alessandro)

fgsn


catalogo71